Grazie a:

Riccardo Ogliari e Marcello Randazzo.